Outsiders3 è l’ultimo e definitivo volume di un progetto divenuto un caso editoriale in Italia e all’estero, che racconta la vita di artisti geniali del ‘900, sconosciuti o ingiustamente dimenticati, capaci di suggerire una storia dell’arte parallela.

 

Storie straordinarie provenienti da luoghi inaspettati, perché se il mondo è cambiato, bisogna cambiare il modo di guardare il mondo. Ma questa volta, oltre a vicende drammatiche, ci sarà spazio per figure positive, che ci parlano di speranza, di coraggio, della capacità di affrontare la vita con il sorriso. Alcune delle quali, ancora in attività.

 

Una raccolta di short stories scritte con uno stile anti-accademico, ironico e diretto, che rende il volume il più coinvolgente della serie. Forse, il più bello.

OUTSIDERS2_LIBRO.png

TUTTA UN'ALTRA 

STORIA.

DELL'ARTE.

 

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/10

Le storie di Outsiders3

50 storie da 25 nazioni di 5 continenti.

Ognuno di questi protagonisti ha vissuto mutamenti sociali e periodi storici complessi, utilizzato linguaggi differenti, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia alle arti performative, ma anche quelle tecniche espressive che non troverete nei libri di storia dell’arte.

 

Ci sarà così spazio per conoscere l’artista asiatico più pagato di sempre che in vita pensava di divenire famoso per l’invenzione del ping-tennis, un grande fotografo privo del dono della vista, o del discepolo di Marino Marini che doveva morire come Kamikaze.

E poi, ancora, scoprire un artista dall’animo candido che ogni giorno apre il suo museo all’aperto, o il pubblicitario che ha influenzato il look di Freddy Mercury e modificato la percezione efebica dell’omosessualità, ma che non ebbe mai il coraggio di dire ai suoi di esserlo.

Troverete resurrezioni, invenzioni, rivoluzioni, come quella di scoprire che uno dei maggiori pittori astratti del secolo è stata una artista aborigena di 80 anni e che una delle maggiori artiste della fiber art soffriva di sindrome di down. Storie che ci fanno capire come sia ancora possibile allargare gli orizzonti della storia dell’arte, e che alcune date sono da riscrivere, come già avvenuto nei primi volumi, dove avevamo indicato precursori della nascita dell’astrattismo o proposto artisti mai presentati prima in Italia.

Perché l’arte più innovativa del Novecento è stata opera di quelli che la gente chiamava pazzi, froci, ebrei, ubriaconi, drogati, contestatori e puttane. Insomma, ritornano le “storie dell’arte” che riscrivono la “storia dell’arte”, e danno spazio agli esclusi, ai perdenti, a coloro che erano troppo avanti rispetto a proprio tempo. Perché gli Outsiders li riconosci sempre.
 Non scelgono mai i luoghi e le date giuste per nascere, creare, amare, morire. Vivono in mondi paralleli. E hanno sempre l’indirizzo sbagliato.

A ALFREDO ACCATINO progetto.jpeg

Alfredo Accatino:

il progetto Outsiders

«Una missione, un piacere, un dovere morale», così Alfredo Accatino definisce Outsiders.
Un progetto nato nel 2017, quando uscì nelle librerie "Outsiders", divenuto un inaspettato fenomeno editoriale sulla scia del successo social
e del blog  “Il Museo Immaginario - Outsider” che ha raggiunto 1,3 milioni di visitatori

Un progetto che oggi ritorna con un nuovo volume, ancora più ricco, 50 autori, 240 pagg., 200 foto. E che darà vita a una mostra ad elevato contenuto esperienziale, a un format televisivo, a una serie di incontri live sul territorio

 
Piacere di non conoscerti
1/2

Scopri le 50 storie degli artisti di Outsiders3.

OUTSIDERS2_LIBRO.png

Scopri le 50 storie degli artisti di Outsiders2.

LIBRO_1.png

Leggi il primo Outsiders.

 
Scopri la videopresentazione di Outsider3
 
Hanno detto di "Outsiders"

È notevole l'impresa di Alfredo Accatino di raccontare la storia di artisti geniali che non si trovano nei manuali di storia dell'arte.

Vittorio Sgarbi, Panorama.

 
Il tour
Non ci sono eventi in programma